Paese che Vai ...Usanza che trovi

Qualche Regola di comportamento


Benché i comportamenti degli occidentali vengano tollerati è bene conoscere alcune regole di  "buona educazione" indonesiana:

mentre il contatto fisico tra persone dello stesso sesso è molto diffuso e privo di significati sessuali, è bene evitare in pubblico effusioni o baci tra persone di sesso opposto anche se sposate;

non bisogna mai indicare col dito medio ma con il pollice,

porgere prendere o mangiare con la mano sinistra,

esibire la pianta dei piedi o incrociare le gambe,

rimanere in piedi vicino a una persona seduta e soprattutto toccare la testa dei bambini (la testa infatti è la parte più importante del corpo perché è in essa che entra la divinità che porta la vita).

Per accedere ai templi è necessario indossare il sarong

non stare in posizione sovrastante rispetto agli oggetti sacri, ai sacerdoti e alle persone che pregano;

i visitatori vengono sempre accolti con cibo e bevande che devono onorare solo dopo essere stati invitati a farlo e mai prima del padrone di casa

A Bali oltre al Sarong è necessario indossare una fascia di stoffa da tenere in vita a mo’ di cintura.

La fascia, secondo un’interpretazione di varie credenze hindu balinesi, sta a simbolizzare il cordone ombelicale che ha legato l’individuo ai propri Antenati.

Nelle isole a maggioranza musulmana, evitare vestiti succinti, topless e adottare sempre atteggiamenti che rispettino la religione locale, soprattutto se capitate in questi posti durante il periodo del Ramadan, tenete in considerazione che durante il Ramadan le isolette potrebbero non avere approvvigionamenti alimentari regolari, che le preghiere delle moschee si sentono, quasi ovunque e iniziano alle 4.30/5 del mattino.